OpenGL 4.6

Programma al meglio la tua scheda grafica

  • Vote:
    4,0 (44)
  • Categoria:

    Altri tool per PC

  • Versione:

    4.6

  • Compatibile con:

    Windows 95 / Windows 10 / Windows 8 / Windows 8.1 / Windows 7

  • Lingua:In Inglese
  • Licenza:Gratis
OpenGL 4.6
OpenGL 2.0

OpenGL è una libreria per la scrittura di applicazioni grafiche. Molto versatile ed elastica nella programmazione, è utilizzata soprattutto nel settore dei videogiochi.

Difficile spiegare cosa sia OpenGL in modo tecnico e al tempo stesso accessibile ai non addetti ai lavori. In termini generici si tratta di un grande insieme di istruzioni per l'elaborazione grafica, esattamente come il più famoso Microsoft DirectX. Il motivo per cui OpenGL stia guadagnando sempre più sostenitori, anche nei settori professionali e fra i colossi della programmazione video, è la sua versatilità. Il suo utilizzo è multipiattaforma, come indicano gli schemi di gestione, e funziona anche su ambienti open source (come il kernel Linux). In costante aggiornamento da più di vent'anni, promette ottimi risultati per l'immediato futuro e questa è la ragione per la quale l'investimento su questo particolare sistema potrebbe essere una buona idea.

Il download di OpenGL richiede pochissimo spazio di archiviazione, e le risorse hardware necessarie per la gestione della libreria sono minime. Trattandosi di un insieme di funzionalità utili per la programmazione, quindi per delle operazioni che vengono svolte con l'ausilio di computer potentissimi, la leggerezza sul processore e sulla memoria RAM potrebbe essere un parametro davvero irrilevante. Tramite OpenGL possono essere effettuate più di 250 "chiamate di funzione" differenti, vale a dire numerosissime singole istruzioni indipendenti per la creazione di meccaniche video avanzate. Naturalmente la libreria è capace di lavorare in 2D ma anche in 3D, aumentando ulteriormente il ventaglio di potenzialità offerte ai programmatori.

Alcuni esempi di applicazione, oltre ai videogiochi, si trovano nelle varie interfacce CAD, in uso fra le varie community di ingegneri e architetti per le progettazioni più complesse. Vista l'enorme diffusione della realtà aumentata, inoltre, è bene sottolineare che OpenGL può costituire una risorsa ottimale anche per questo genere di impieghi, a patto che si verifichi attentamente la compatibilità delle librerie con le periferiche e l'hardware in uso. Una delle ragioni principali per cui OpenGL è stata creata, comunque, è l'unione di più acceleratori 3D distinti fra loro, con la nascita di una cosiddetta "application programming interface" univoca e comune ad un intero team di esperti provenienti da realtà di programmazione diverse. Il valore di un simile progetto è inestimabile, perché permette di aumentare la facilità con cui le squadre di sviluppo possono collaborare fra loro.

Uno dei pochissimi punti deboli di OpenGL si trova nell'interfaccia. Questa è dettagliata e senza dubbio ben strutturata, contiene tutte le funzioni fondamentali e garantisce l'accesso semplificato ai menu di impostazioni avanzate. Questo per un utente esperto; per chi si avvicina allo studio della programmazione video, invece, l'interfaccia appena descritta potrebbe presentare enormi difficoltà di comprensione. I riquadri sono comunque completi e delle giuste proporzioni, e il design è stato curato più di quanto si faccia normalmente per questo genere di applicativi. L'ultima versione di OpenGL è stata presentata il 31 luglio 2017, e si tratta della 4.6. Le novità sono numerose, e sebbene i problemi di accessibilità non siano stati del tutto risolti, è stato introdotto il pieno supporto al linguaggio SPIR-V, una nuova iniziativa di tipo open source che punta alla stretta collaborazione con le librerie OpenGL (quindi alla loro diffusione in qualsiasi contesto di programmazione grafica, comprese le attività di editing 3D professionale).

Pro
  • Ultima versione molto recente, pubblicata nella seconda metà del 2017
  • Ottimizzazione per l'abbinamento ai motori grafici avanzati e al linguaggio SPIR-V
  • Versatilità superiore a quella delle principali librerie concorrenti
Contro
  • Interfaccia molto complessa per i neofiti della programmazione video

OpenGL sta per Open Grafics Library ed è una specifica che serve a scrivere diverse librerie di software che possono essere disponibili all'interno di un determinato linguaggio di programmazione.

Si tratta di un semplice documento che serve a determinare una serie di funzioni e ciò a cui devono servire. Da questo documenti, i creatori di hardware riescono a realizzare numerosi tipi di librerie di funzioni che scaturiscono proprio da OverGL, superando determinati test per rendere i loro prodotti degni di essere certificati come implementazioni OpenGL.

Questi tipi di implementazioni possono funzionare per Windows, Linux, Unix, Max OS, ma anche per console come la Play Station 3. Sono basate su un certo hardware e sono fornite dai costruttori di dispositivi video. Tra le varie librerie, vi è la open source Mesa che si basa su librerie software e può essere compatibile con OpenGL.

Ma quali sono i compiti principali che vengono svolti da OpenGL? Innanzitutto, il primo obiettivo è quello di rendere l'interfaccia grafica più semplice con l'ausilio di vari acceleratori in tre dimensioni; il secondo è quello di fare in modo che le capacità garantite dai vari acceleratori 3D siano nascoste con la possibilità di usufruire di un comodo emulatore software.

OpenGL intende ricevere vari tipi di primitive, come ad esempio figure geometriche e linee che possono essere facilmente convertite in pixel. Tutto ciò può essere fatto mediante l'OpenGL State Machine, una pipeline grafica. OpenGL opera a livello basso e consente al programmatore di disegnare rapidamente una qualsiasi scena. Un programmatore che si affida a questo software deve necessariamente conoscere la pipeline grafica e dovrebbe essere al tempo stesso capace di installare algoritmi di rendering.

Gli acceleratori 3D devono proprio ad OpenGL buona parte del loro sviluppo continuativo grazie ad una serie di opzioni fondamentali, tra le quali le primitive base che riescono a disegnare punti, figure geometriche e linee, una pipeline, mappe e z-buffering. Nel corso degli anni, OpenGL ha vissuto numerosi aggiornamenti che devono essere compatibili con le versioni precedenti. Ad esempio, un programma che viene scritto per la versione 1.1 di OpenGL deve necessariamente essere funzionante senza alcuna modifica anche per quelle 2.0, 3.0 e così via. L'ultima versione di OpenGL, la 4.4, risale al 23 Luglio 2013.

Pro

  • Riesce a scrivere numerose librerie di software
  • E' in grado di riconoscere tante tipologie di primitive
  • L'interfaccia è piuttosto semplice

Contro

  • Da usare con attenzione, dato che un utente inesperto può rischiare di fare danni

Altri programmi da considerare

Screenshots di OpenGL 4.6

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Le opinioni degli utenti su OpenGL